Brevi notizie storiche

 

Secondo la leggenda, Pirro re dell’Epiro, dopo un'aspra e sanguinosa battaglia, essendo stato sconfitto e costretto alla fuga, abbandonò molta parte del suo esercito. I soldati si ritirarono così nell'inaccessibile boscaglia alle falde del monte Reventino. Una volta guariti dalle ferite, allettati dall'amenità del luogo, vi si stabilirono.

 

Per il pianto, il lutto e le lacrime che versarono i vinti Epiroti dopo la sanguinosa battaglia, furono detti "Conflentes" ( dal latino "cum" insieme e "flentes" piangenti), da cui il nome Conflenti. 

Le prime notizie documentate su Conflenti si riferiscono ad un carcere baronale, una vera e propria fortezza semisotterranea, detta "Triponia" costruita tra la fine del 1400 ed i primi del 1500. Probabilmente il primo nucleo di Conflenti sorse intorno a quel carcere baronale.

La Triponia che si trovava presso l'attuale piazza S. Andrea, 'a Lupa e l'ùartu d'i Stiddri, era un complesso fortificato  munito di torri e contrafforti in pietra, a controllo della via che saliva dal fiume Sassa e si estendeva  fin sul costone (ora coltivato) che incombe a strapiombo sul torrente.