Nel paese in cui è nato Vittorio Butera, il noto poeta dialettale e favolista calabrese, è stata alimentata la consuetudine di esporre in versi sentimenti, pensieri, emozioni ricorrendo al dialetto come strumento espressivo. Così Pietro Raso, denominato agricoltore-poeta, ha trovato nella rima in vernacolo il canale congeniale per comunicare riflessioni e competenze collegate all’attività agricola. Il mondo bucolico, brulicante di pastori, apicoltori e prodotti della terra, non è l’hortus conclusus della sua produzione. Non gli sfuggono, infatti, i tratti caratteristici della popolazione: ragazze dalla florida bellezza (“janche e rrusse”); giovanotti (“nu puocu turduni”) incapaci di apprezzare il fascino femminile; uomini per bene e donne oneste. Tra questa gente sono emersi poeti, letterati, magistrati, e una classe di artigiani i cui prodotti eccellono a livello regionale. Il giudizio sui compaesani non è sempre così benevolo; non manca l’occasione per coglierne i vizi, specialmente la mala lingua. Sull’esempio dell’illustre compaesano, inoltre, Pietro Raso ricorre alla favola per castigare i vizi degli uomini rappresentandoli sotto le spoglie degli animali.

Quando, attorno alla metà del secolo, la vecchia società agricola si smembra anche nel sud, lui avverte la trasformazione nell’abbandono delle terre, ma non si lascia andare alla laudatio temporis acti, perché i ricordi della fame sono vivi e pressanti, né si lascia suggestionare troppo dal presente che si affaccia con la triste necessità dell’emigrazione.

La sua espressione semplice e colorita è inframmezzata da massime e vecchi modi di dire che, comunque, suonano spontanei e immediati facendo parte del modo di parlare comune; a volte è la massima stessa a ispirare il componimento (“chi ha vientu navica e chi ha dinari fravica”). Oltre al modello stilistico della favola, da Butera Raso deduce espressioni linguistiche e immagini che reinterpreta liberamente con la sua vena poetica.

 C.P.

 

<<

Centro di Cultura per l’Educazione Permanente UNLA via Vittorio Butera 88040 Conflenti (CZ)

Tutti i diritti riservati UNLA Conflenti

Progettazione e Realizzazione CR

via Marconi 88040 Conflenti (CZ)

Per maggiori informazioni @