Conflenti. Incontro sugli impianti fotovoltaici
Si progetta l'adesione
all'energia alternativa

 


CONFLENTI - L'Amministrazione comunale di Conflenti è intenzionata a promuovere e ad aderire a forme di risparmio energetico, più in particolare, a fonti di energia rinnovabili. Per tale motivo, nei giorni scorsi, presso la sala consiliare del municipio conflentese, gli amministratori locali hanno organizzato un convegno sull'energia fotovoltaica.
Presenti, in rappresentanza dell'amministrazione, il sindaco Francesco Esposito, il vicesindaco Roberto Marotta, il presidente del Consiglio comunale Marco Mastroianni e l'assessore Robertino Villella. A spiegare i vantaggi del fotovoltaico, invece, l'ingegnere Giuseppe Serra ­ responsabile per il Sud Italia della DEA s.r.l., una delle pochissime aziende italiane che si occupano della progettazione, della realizzazione e della vendita di impianti fotovoltaici ­ e Giampaolo Carnovale, commercialista del paese che ha esplicato i possibili finanziamenti e le agevolazioni per l'istallazione di questi impianti. Buona la risposta dei cittadini, presenti a decine, così come altre persone provenienti dai paesi limitrofi.
Ad aprire il dibattito i saluti e i ringraziamenti del vicesindaco di Conflenti Roberto Marotta il quale ha annunciato che, nella prossima settimana, una ditta specializzata posizionerà sul Monte Reventino un anemometro per la misurazione dei venti. In questo modo sarà possibile fare uno studio preliminare in vista dell'istallazione di alcune paline per la produzione di energia eolica. Un progetto, quest'ultimo, che potrebbe fruttare ampi profitti per tutti i conflentesi.
Successivamente, è toccato all'ingegnere Serra esporre vantaggi e svantaggi degli impianti fotovoltaici. «Gli impianti in questione ­ ha spiegato il rappresentante della DEA ­ sono particolarmente semplici da realizzare, ma i costi restano ancora elevati». «Per fortuna ­ ha proseguito Serra ­ negli ultimi anni sono state ideate numerose forme di agevolazione che hanno reso assolutamente conveniente questa forma di energia alternativa».
Di recente, infatti, il ministero dell'Ambiente e il ministero dell'Economia hanno avviato un progetto, denominato "Conto Energia", per il quale il cittadino che installa pannelli fotovoltiaici riceve un contributo sulla produzione di energia per venti anni. Inoltre, l'energia prodotta può essere utilizzata per le proprie esigenze, evitando così l'acquisto di energia dai vari gestori nazionali, oppure può essere ceduta agli stessi gestori in cambio di un compenso mensile.
L'incontro è terminato dopo circa un'ora e mezza e dopo che molti dei presenti hanno rivolto numerosi quesiti.
Alla fine i ringraziamenti del sindaco Esposito il quale ha invitato la popolazione a un altro dibattito, giovedì prossimo presso la casa comunale conflentese, questa volta, però, il tema trattato sarà la salute e, in particolare, il problema dell'alcolismo.


 




 


 

PUBBLICATO IL 18/04/2007 - FONTE ilquotidianodellacalabria.it

<<<