Riattivato il servizio sanitario


 

CONFLENTI - Soddisfatta l'Amministrazione municipale per l'avvenuta riattivazione sul territorio comunale di un necessario servizio sanitario per le fasce deboli della popolazione: un punto-prelievi per analisi mediche, funzionante a cadenza settimanale, alternativamente a Conflenti Centro e nella frazione San Mazzeo. Ne usufruiscono gli anziani e le persone esenti da ticket sanitario. A parte ciò, dalla metà del mese, dalle ore 14 alle 20, funzionerà quotidianamente un ambulatorio medico associato. Sarà al servizio dei comuni di San Mango d'Aquino, Martirano Lombardo, Martirano, Motta Santa Lucia e Conflenti, con la presenza di un medico e di un segretario per gestire le chiamate d'intervento. Ciò, in virtù del nuovo contratto regionale degli operatori di medicina generale, in base al quale i medici di famiglia dovranno garantire la reperibilità dalle 8 alle 20, cercando di mantenere aperti gli ambulatori nello stesso arco di tempo. La struttura sanitaria al servizio dei cinque comuni renderà possibile l'assistenza diurna h 12. La richiesta d'intervento sarà soddisfatta possibilmente dal medico di famiglia oppure da un altro reperibile. Un numero telefonico unico coprirà le esigenze mediche diurne dei comuni interessati. Rimane da risolvere il problema della mancanza di un collegamento con l'ospedale di Soveria. Sempre in tema socio-sanitario, il Comune spera che verso dicembre entri in funzione la casa-famiglia, realizzata 7 anni fa dall'Asl per malati psichiatrici di media e lieve entità con una capacità di 8 posti-letto. « Si sta andando – ha detto il sindaco, Franco Esposito – verso una stipula di convenzione Asl-Comune. L'Asl gestirà i servizi sanitari e il Comune si occuperà della gestione alberghiera ». Nella struttura dovrebbero trovare occupazione 4 o 5 unità lavorative.

 

 

PUBBLICATO IL 11/10/2006 - FONTE Gazzetta del Sud

<<<