Un uomo intrappolato in una casa è stato liberato in extremis

 

 

CONFLENTI - Un incendio di vaste proporzioni è divampato nella serata di giovedì in località Pastine, a monte del centro abitato di Conflenti. Il focolaio, di origine dolosa, si è sviluppato all’imbrunire.

Immediate e numerose le segnalazioni ai vigili del fuoco e al corpo forestale dello stato.

Molti volontari, armati di badile, sono accorsi sul luogo, ma il fuoco favorito dal vento si è propagato in brevi istanti, impedendo di domare le fiamme.

Sul posto sono prontamente intervenuti i Carabinieri e i volontari della Protezione civile di Conflenti, guidati dal comandante Antonio Villella.

La situazione si è dimostrata da subito drammatica: le fiamme lambivano alcune abitazioni, nonché il Centro artigianale, la struttura nella quale sono ubicate molte delle attività produttive del paese e in cui trovano occupazione non solo decine di Conflentesi, ma anche tanti operai provenienti dai centri limitrofi. Per questo motivo si sono vissuti momenti di panico e una folla preoccupata si è riversata sulla strada aspettando impaziente l’arrivo delle autobotti.

Gli uomini del Corpo forestale e i volontari della protezione civile, rafforzati dal nucleo di Decollatura, hanno rassicurato i cittadini e si sono prodigati nelle operazioni di spegnimento. Un uomo rimasto intrappolato nella casa circondata dal fuoco è stato tratto in salvo, mentre un casolare abbandonato è andato distrutto. Alcuni tralicci si sono bruciati, mandando in tilt tutta la linea telefonica.

L’intervento è stato reso difficile dal fitto sottobosco e dalle sterpaglie che impedivano di avvicinarsi alle fiamme e ne favorivano l’avanzare. Ettari di pini, querce e abeti sono scomparsi in poche ore. Data l’entità dell’incendio, un fumo acre ha invaso la vallata del fiume Salso rendendo l’aria irrespirabile, mentre una pioggia di cenere e fuliggine ricopriva il paese. Verso mezzanotte sono finalmente arrivate due autobotti, che erano state impegnate presso altri roghi, e una squadra di vigili del fuoco della stazione di Lamezia Terme. Le operazioni di spegnimento sono proseguite fino a tarda notte, e per fortuna sono stati scongiurati danni a persone e ad altre abitazioni.

 

 

PUBBLICATO IL 09/09/2006 - FONTE CALABRIA ORA

<<<