Celebrazione Tricolore,identitą da tutelare



 

CONFLENTI - "Tricolore 2006" č la manifestazione civile e patriottica a cui sabato prossimo darą vita la sezione provinciale dell'Associazione nazionale del Fante in collaborazione con l'amministrazione municipale. Prenderą parte anche una rappresentanza militare del I° Reggimento Bersaglieri. Alle ore 16.30 nel santuario della Madonna di Visora sarą officiata una funzione religiosa in suffragio dei Caduti in guerra. Successivamente sarą deposta una corona di alloro.
L'iniziativa in occasione della Giornata dell'Unitą nazionale e della Festa delle Forze Armate, «per non disperdere la nostra identitą - dice l'Anf - per ricordare i sacrifici dei nostri padri; per rammentare il valore della vita, calpestato spesso nella nostra terra da individui senza scrupoli; per sottolineare anzitutto ai giovani i beni della pace e della Patria, costruite per tutti con il sangue di coloro che per esse si immolarono nei vari conflitti». Sarą ricordata la figura della prima "patronessa" della sezione provinciale dell'Anf. Una figura rassicurante, scomparsa sei anni fa, che seppe applicare con semplicitą nella vita di ogni giorno i principi cristiani e il cui spirito umano, altruistico continua a essere punto di riferimento del sodalizio. Ma "Tricolore 2006" varrą pure come celebrazione dell'undicesimo anniversario della costituzione del sodalizio provinciale d'Arma, avvenuta il 4 novembre 1995 a Falerna Marina, per volontą del colonnello in ausiliaria Vittorio Ventura, scomparso tragicamente lo stesso anno, dopo aver ricevuto la promozione a generale e aver incoraggiato il coagularsi di fanti in congedo del circondario.
Il sodalizio nacque sulla scia dell'Operazione Riace dell'Esercito in Calabria, terminata il 31 ottobre 1995, con connotazione apolitica, patriottica e morale e con la volontą di operare nel circondario per gli scopi statutari: rafforzamento dell'amore e della fedeltą alla Patria, glorificazione dei Caduti, esaltazione delle glorie della Fanteria, promozione dei vincoli di fratellanza e solidarietą tra i fanti in congedo e quelli in servizio.


 

 

 

PUBBLICATO IL 02/11/2006 - FONTE Gazzetta del Sud

<<<